Dal 6 Novembre 2013 al 27 Aprile 2014

1

Oltre 38 milioni di visitatori, in più di sessanta città del mondo.

Un grande successo per gli allestimenti di Roma, Napoli e Milano, dove la mostra è stata vista da 400.000 visitatori

Dal 6 novembre 2013  Gunther von Hagens’BODY WORLDS – il vero mondo del  corpo umano è a Bologna, prodotta da Arts & Sciences Italy e ospitata negli spazi della Ex GAM, con un nuovo straordinario allestimento.

Grazie alla tecnica della “plastinazione”, inventata e brevettata dallo scienziato tedesco Gunther von Hagens’BODY WORLDS consente ai visitatori una visione unica e affascinante dell’interno del corpo umano. Il procedimento della plastinazione permette di conservare perfettamente tessuti e organi sostituendo ai liquidi corporei polimeri di silicone. In questo modo l’esperienza del visitatore è diretta, non mediata dalla presenza di filtri, come i boccali e la formalina in cui in passato venivano immersi i campioni anatomici.

La mostra celebra la meraviglia del corpo umano riservando un’attenzione particolare al cuore, considerato il “motore” della vita, primo organo a formarsi dopo il concepimento.

Attraverso il confronto tra organi sani e organi affetti da patologie, mostrando peculiarità e dettagli dell’anatomia, BODY WORLDS divulga ed educa sui temi della salute, del benessere, della corretta nutrizione, permettendo alle persone di comprendere esattamente cosa accade quando il corpo si ammala e come uno stile di vita sbagliato possa minare la salute.

BODY WORLDS svela i segreti dell’anatomia e del funzionamento del corpo umano, rendendo accessibile e comprensibile al grande pubblico una serie di informazioni che altrimenti resterebbe relegata al solo ambito scientifico. Permette di comprendere in maniera diretta la complessità e la stupefacente perfezione del corpo umano: lo spettacolo dell’anatomia è sotto gli occhi di tutti.

BODY WORLDS è basata su un proprio originale programma di donazione dei corpi curato dal German Institute for Plastination, che conta più di 13000 donatori registrati, tra cui nove italiani.